Storia dell’oro

storia_oroL’oro da 5/6000 anni ha rappresentato per l’uomo qualcosa di speciale. Per le sue caratteristiche fisiche colore, lucentezza, inalterabilità e facilità di trasformazione ha trovato impiego nella fabbricazione di monili e gioielli.
l’oro ha rappresentato anche il potere dei re, basta ricordare la maschera di Agamennone risalente all’antica Grecia… La mitologia ci parla di Creso che trasformava in oro tutto quello che toccava, il vello d’oro. L’antico testamento parla di un vitello d’oro adorato dagli ebrei.
Più tardi ha avuto largo impiego negli oggetti rappresentanti le divinità o immagini sacre.

L’oro e l’argento assunsero la funzione di moneta per favorire gli scambi commerciali.
Questa è la storia dell’oro 4.000 anni fa gli Egizi e i Babilonesi utilizzavano lingotti d’oro, e circa 2.000-2600 anni fa sono apparse le monete.
Ci sono giunte monete dalle civiltà del VII-VI sec AC nell’Asia minore e dalla Grecia.
Più tardi i romani coniarono monete in oro, ma anche in argento, in bronzo e rame.
Augusto volle il sistema monetario così organizzato:
1 aureo (moneta d’oro) corrispondeva a:
25 denari (moneta in argento)
100 sesterzi (moneta in bronzo)
200 dupondi (moneta in bronzo)
400 assi (moneta in rame)

Fermiamoci qui

Arriviamo a Firenze nel 1250 dove troviamo il Fiorino che conteneva 3.5 gr di oro, ma anche le altre città mercantili del nord Europa avevano le loro monete, DUCATI, GOULDEN. La Francia prima della rivoluzione aveva i LUIGI, la spagna i DOBLONI, per arrivare al 1800 dove si impongono le STERLINE e i MARENGHI

0
  Articoli correlati
  • No related posts found.